Emissioni in atmosfera

Per ogni stabilimento che produce emissioni in atmosfera, il gestore deve richiedere un'autorizzazione ai sensi dell'art.269 del D.Lgs. 152/2006 (Norme in materia ambientale); l'autorizzazione è rilasciata con riferimento allo stabilimento. I singoli impianti e le singole attività presenti nello stabilimento non sono oggetto di distinte autorizzazioni.

Per stabilimento si intende il complesso unitario e stabile, che si configura come un complessivo ciclo produttivo, sottoposto al potere decisionale di un unico gestore, in cui sono presenti uno o più impianti o sono effettuate una o più attività che producono emissioni attraverso,per esempio, dispositivi mobili, operazioni manuali, deposizioni e movimentazioni. Si considera stabilimento anche il luogo adibito in modo stabile all'esercizio di una o più attività.

La domanda deve essere presentata al Servizio Ambiente ed Energia della Provincia di Prato.

Per quanto riguarda gli stabilimenti che producono "emissioni scarsamente rilevanti" elencate nell'art.269 comma 14 del D.Lgs. 152/2006, la Provincia di Prato ha comunicato che, in linea con quanto dichiarato da tutte le altre amministrazioni provinciali della Toscana, in sede di comitato di Coordinamento regionale, ritiene che non sia necessario rendere obbligatoria la comunicazione dell’attivazione di emissioni “scarsamente rilevanti”, da parte dei gestori delle attività che ricadono nell’elenco sopra specificato. Nel caso di impianti regolarmente autorizzati alle emissioni in atmosfera, ogni modifica, anche non sostanziale, deve essere comunicata ai sensi dell’art.269, comma 8, del D.Lgs.152/2006, per cui in questi casi il gestore che intende installare un nuovo impianto le cui emissioni rientrano in quelle individuate dall’elenco allegato, deve presentare una domanda di aggiornamento dell’autorizzazione ai sensi dell’articolo sopra citato.

Ufficio di riferimento

Normativa

D.Lgs. 152/2006 (Norme in materia ambientale)

Azioni sul documento