Tu sei qui: Home News Val di Bisenzio, per la prima volta c’è un progetto di promozione

Val di Bisenzio, per la prima volta c’è un progetto di promozione

Presentato il piano, stretta collaborazione Comuni-imprese. I sindaci alla Regione. “Spazio per l’altra Toscana, quella dell’Appennino”

Il sito Visit Val Bisenzio

La Val di Bisenzio, per la prima volta, ha messo a punto un progetto per la promozione del territorio e delle attività di accoglienza turistica. L’iniziativa è stata presentata stamani agli operatori del settore nel corso di un incontro on line. A illustrare il progetto – che si fonda sulla collaborazione tra Comuni e operatori - con il sindaco Primo Bosi, in rappresentanza di Giovanni Morganti e Guglielmo Bongiorno, gli esperti da Appennino Slow, tour operator che da oltre vent’anni si occupa di promozione e commercializzazione nel territorio dell'Appennino Tosco Emiliano. L’iniziativa è stata seguita dalle assessore Beatrice Boni (Vaiano), Maria Lucarini (Vernio), Maila Grazzini ed Elisa Fabbri (Cantagallo).

“È un progetto per la valorizzazione dell’altra Toscana, quella dei borghi dell’Appennino, dove c’è qualità dell’ambiente, tradizione gastronomica e cultura, quella dove si vive bene e che vale la pena di visitare e scoprire - sottolineano i sindaci Bongiorno, Bosi e Morganti - è un’altra Toscana, rimasta per troppo tempo in secondo piano nelle politiche turistiche e che noi invece vogliamo portare alla ribalta. Il nostro progetto va in questa direzione e per questo svilupperemo un confronto chiaro con la Regione, è il momento questo per lavorare in sinergia”. 

Stamani in collegamento c’erano anche l’assessore regionale al Turismo, Stefano Ciuoffo e il direttore di Toscana Promozione, Francesco Palumbo. Ciuoffo ha parlato “di ritardi da colmare e di una tradizione consolidata di accoglienza da comunicare con un linguaggio nuovo”.

“Nel marzo scorso l’assessorato regionale alle Attività produttive e al Turismo ha sottoscritto con i Comuni e l’Unione dei Comuni un protocollo per la valorizzazione del territorio che adesso deve trovare progettualità concreta - sottolineano i sindaci - c’è l’impegno comune elaborare un progetto di promozione turistica integrato con il supporto dell’Agenzia di Promozione Turistica, dell’ufficio di ambito Area Pratese e di eventuali soggetti territoriali pubblici o privati. Ecco - concludono i sindaci - noi ci muoviamo, nell’interesse dei nostri territori, nei modi e con lo spirito condiviso di rendere la nostra vallata quell’eccellenza che merita di essere”.

Il progetto di Appennino Slow, realizzato sulla base di un bando dell’Unione dei Comuni, si fonda prima di tutto su una serie di azioni di comunicazione: lancio del nuovo sito web https://www.visitvalbisenzio.it/, attività dei canali social con la pagina facebook @VisitValBisenzio e instagram @visit.val.bisenzio, la creazione di alcuni infopoint e la realizzazione di una mappa del territorio con la segnalazione delle eccellenze.

Il sito, già on line, è una vera e propria vetrina commerciale per valorizzare il territorio attraverso numerosi prodotti turistici acquistabili online e costruiti ad hoc sul viaggiatore che sceglierà la Val Bisenzio come prossima meta. Benessere, Trekking, Bike, Tour e Passeggiate, Arte e Tradizione, percorsi degustazione legati ai sapori tipici sono le proposte selezionate per rappresentare le eccellenze che si trovano nella vallata.

Originale la sezione dedicata alle famiglie, target oggetto di attenzione e iniziative su misura. Sezione speciale anche per la Riserva dell'Acquerino e per la Via della Lana e della Seta, cammino che sta registrando un buon successo grazie alla crescita esponenziale del turismo outdoor.

Azioni sul documento