Salta al contenuto

Materna di Migliana, Comune e Parrocchia firmano

Bongiorno: “Progetto già candidato ai fondi PNRR”. Don D’Arco: “Uso scolastico vincolato da donatori”

Data:

26-02-2022

Materna di Migliana, Comune e Parrocchia firmano

Il sindaco di Cantagallo, Guglielmo Bongiorno, e il parroco di Migliana, don Luigi D’Arco, hanno sottoscritto il contratto preliminare (a giorni il definitivo) per l’acquisto della scuola materna di Migliana, di cui è proprietaria la parrocchia Santa Maria Assunta. Il patto è stato definito ieri di fronte al notaio Giuseppe Mattera e prevede un impegno del Comune di 50 mila euro per l’immobile giunto nel patrimonio parrocchiale da una donazione.

“È un obiettivo raggiunto, con il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza si è aperta l’opportunità di ricostruire l’edificio, realizzando una nuova scuola materna per Migliana - sottolinea il sindaco - Il progetto di ricostruzione, elaborato dai tecnici del Comune, è già pronto in queste ore ad aderire all’avviso pubblico specifico del ministero dell’Istruzione per la realizzazione di strutture da destinare ad asili nido e scuole dell’infanzia che viene finanziato con il piano Next Generation Eu, il piano di ripresa dell’Europa che sostiene anche il PNRR”.

Soddisfatto anche il parroco, don Luigi D’Arco. “L’edificio continuerà a mantenere la funzione per cui è nato e a cui i donatori l’avevano vincolato - spiega - quella di costituire un luogo di accoglienza per i bambini della scuola materna. È un servizio molto importante in questo momento per la comunità di Migliana”.

La storia della materna si intreccia con quella della comunità. Venne donata “al popolo di Migliana” da Pilade ed Elisa Santi, una coppia benestante, le cui famiglie d’origine erano legate al paese. “Per lunghi anni rimase inutilizzata in attesa di una comunità di suore che la mandasse avanti - racconta Margherita Santi, che ha speso molte delle sue energie per l’attivazione e il funzionamento della scuola – abbiamo fatto di tutto per aprirla e negli anni Sessanta, finalmente, siamo riusciti a partire con l’attività didattica, ricordo ancora il nome delle prime due giovani insegnanti, Emanuela e Maria Luisa Cordovani”.

L'edificio scolastico è stato utilizzato dal Comune di Cantagallo come sede della Scuola materna a partire dagli anni '70. La Curia di Prato lo ha reso disponibile dapprima con contratto di locazione e successivamente, dal 2011, con contratto di comodato ad uso gratuito. Nel 2015, in seguito alle verifiche antisismiche e strutturali, la scuola è stata chiusa e i bambini di Migliana sono stati accolti nel plesso di Schignano. L’edificio risulta correttamente indicato all'interno dell'Anagrafe Regionale dell'Edilizia Scolastica come plesso scolastico comunale. Nel Documento Unico di Programmazione (DUP) relativo al triennio 2021-2023 il Comune di Cantagallo ha indicato l’acquisizione e la sistemazione della scuola come obiettivo prioritario.

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

30-08-2022 17:08

Questa pagina ti è stata utile?