Salta al contenuto

Dantini in Toscana, il 5 novembre performance e spettacolo alla elementare di Carmignanello

Il progetto “I Dantini”, dedicato al Sommo Poeta coinvolge in Toscana scuole delle province di Prato, Siena, Grosseto, Livorno e Arezzo

Data:

20-10-2021

Scadenza:

30-11-2021

Dantini in Toscana, il 5 novembre performance e spettacolo alla elementare di Carmignanello

Il progetto si chiama Dantini in Toscana”, è promosso dal Consiglio regionale della Toscana e coinvolge in 5 province della Regione - Prato, Siena, Grosseto, Arezzo e Livorno – i bambini della scuola primaria con l’obiettivo di avvicinare i bambini, le famiglie e le realtà territoriali alla figura del sommo poeta fiorentino nell’anno delle celebrazioni per i 700 anni dalla morte.

Si tratta di un percorso formative con lezioni animate a scuola che si conclude con una performance collettiva, un happening cittadino dove a “vestire i panni” di Dante sono proprio i bambini. A Cantagallo, il Comune della provincia pratese che partecipa al progetto, l’evento è fissato per venerdì 5 novembre alle 11 nella palestra della scuola primaria di Carmignanello, che fa parte dell’istituto comprensivo Bartolini.

“Dante è tuttora uno dei simboli della cultura italiana nel mondo, ma è anche un poeta capace di parlare a chiunque, di toccare la sensibilità di ognuno, anche quella dei bambini – sottolinea l’assessore alla Cultura e alla Scuola di Cantagallo Maila Grazzini – Nell’anno dell’anniversario è proprio dalla scuola che deve partire la riscoperta di Dante e del suo mondo”.

I bambini assisteranno allo spettacolo “Dante lirico Game” di Venti Lucenti in coproduzione con la Fondazione del Maggio Musicale Fiorentino, che svelerà ai ragazzi chi era Dante, che cosa rappresenta oggi per noi e quanto è importante per la nostra vita attuale incontrare La Commedia e poterla usare per comprendere la nostra realtà.

Portare la scuola al centro delle attività culturali è il fine ultimo del progetto regionale. La scelta di piccoli Comuni, come appunto Cantagallo, importanti ma spesso distanti dai grandi centri urbani, risponde alla volontà di dare priorità a territori nei quali le scuole sono presidi culturali fondamentali per la crescita dell’intera collettività.

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

20-10-2021 16:10

Questa pagina ti è stata utile?